La Collezione Peggy Guggenheim per il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020

Dal 1980, anno in cui Palazzo Venier dei Leoni apre ufficialmente le porte come museo, la Collezione Peggy Guggenheim con le sue tante attività, espositive e di Public Programs, persegue la sua mission, ovvero educare il suo pubblico e sensibilizzarlo a temi attuali come l’istruzione di qualità, l’inclusione sociale, la parità di genere, il rispetto del patrimonio culturale e dell’ambiente. Per questo dal 2018 il museo veneziano aderisce ad ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, che si occupa di promuovere i 17 Obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. In occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS, il museo propone una serie di eventi sia in presenza che da remoto.

Ogni individuo ha il potere di fare del mondo un posto migliore

Sergio Bambarén Roggero

Art Talk

Quattro pillole video della durata di 3-4 minuti, ideati dal Dipartimento Educazione della Collezione per raccontare altrettante opere del museo legate ai Goal dell'Agenda 2030. I video saranno online sul sito e canali social il 23, 25, 30 settembre e 2 ottobre.

Jean Metzinger

Jean Metzinger (1983–1956) con la sua opera Al velodromo (1912) illustra gli ultimi metri della famosa corsa ciclistica Parigi-Roubaix. Il dipinto ci ricorda l'obiettivo 3 dell’Agenda 2030 dell’Onu: salute e benessere.

Claire Falkenstein

Claire Falkenstein (1908–1997), artista americana, tra le grandi pioniere dell'arte del XX secolo, è autrice del cancello d’ingresso in ferro e vetro a Palazzo Venier dei Leoni, realizzato nel 1961. Il lavoro della Falkenstein ci riporta all'obiettivo 5 dell’Agenda 2030 dell’Onu: parità di genere.

Maurizio Nannucci

Maurizio Nannucci (1939), con la sua opera, dal messaggio di forte impatto, ci ricorda l'obiettivo 13 dell’Agenda 2030 dell’Onu: lotta contro il cambiamento climatico.

Jean Dubuffet

Jean Dubuffet (1901–1985) con la sua opera Ritratto del soldato Lucien Geominne, raffigurante un soldato reduce dalla Seconda guerra mondiale, tocca idealmente l'obiettivo 16 dell’Agenda 2030 dell’Onu: pace, giustizia e istituzioni solide.

Venezia è Laguna

Tre appuntamenti aperti a tutti ideati insieme a We Are Here Venice, associazione non-profit e indipendente dedicata alla conservazione e alla valorizzazione di Venezia come una città viva e vera, anch’essa socia di ASviS.

Info e prenotazioni:
+39 041 2405444

Visitare la laguna

22 settembre 2020
Visita dell’isola di Sant’Erasmo per approfondire i temi delle barene e i cambiamenti climatici.

Pulire la laguna

29 settembre 2020
Clean-up a Sant’Erasmo in collaborazione con il gruppo Venice Calls. Miglioriamo l’ambiente dell’isola e approfondiamo la relazione tra Venezia e la laguna.

Pulire i canali

6 ottobre 2020
Clean-up dei canali della città, insieme all’associazione di volontari Masegni & Nizioleti. Per una maggiore consapevolezza dell’importanza della tutela dell’ambiente di Venezia.

Salone della CSR e dell'Innovazione Sociale

29 settembre 2020

Il museo partecipa al Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, principale evento in Italia dedicato a questi temi e tra gli appuntamenti più attesi da chi crede nella sostenibilità, che si tiene a Milano il 29–30 settembre, intervenendo nel panel Andare oltre la crisi: il rapporto tra imprese e cultura, in dialogo con Florim, azienda parte del gruppo Guggenheim Intrapresæ.


SuperaMenti. Pratiche artistiche per un nuovo presente

Nell’affrontare i temi della contemporaneità quali il senso di cittadinanza, il rispetto dell’ambiente, l’appartenenza a una collettività attraverso la lente dell’arte, il progetto, destinato alla Generazione Z, ovvero ai giovani di età compresa dai 16 ai 25 anni, ideato con la partecipazione di Swatch Art Peace Hotel, rientra nella collaborazione con ASviS, e nel Festival con il primo laboratorio dall’1 al 4 ottobre 2020, toccando in particolare l'obiettivo 4, istruzione di qualità.
Scopri di più