Cy Twombly

Senza titolo

1961

Fin dall’infanzia Twombly trae ispirazione dalla storia e dalla mitologia greco-romana. Stabilitosi in Italia nel 1957, entra in contatto diretto con il mondo classico di cui reinventa, nella propria arte, la complessità visiva come mezzo di scoperta del sé. Quest’opera ricorda un’antica pittura muraria animata da elementi raccolti dalla memoria storica e personale. Lo sfondo color panna, simbolico di innocenza e chiarezza, è gremito di macchie e scarabocchi che sono a un tempo irrazionali e automatici eppure controllati, al confine tra calligrafia e raffigurazione. Applicati con voluttuosa immediatezza, sono tracce di un dialogo tra un’idealizzata iconografia del passato e le moderne tradizioni pittoriche, come i gesti appassionati dell’Espressionismo astratto. Alcuni segni sono corporei, addirittura erotici, mentre altri, come la finestra con le inferriate, sono simboli della realtà razionale.

Artista Cy Twombly
Data 1961
Tecnica Olio, pastello e matita su tela
Dimensioni 133,4 x 151,1 cm
Credit line Fondazione Solomon R. Guggenheim, Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, lascito Hannelore B. Schulhof, 2012
Inventario 2012.98
Collezione Collezione Schulhof
Tipologia Dipinto

Copia la didascalia


Altre opere