Donald Judd

Senza titolo

1976

Le “progressioni” di Judd si sviluppano secondo serie matematiche. La successione di Fibonacci si verifica in natura, in processi quali la ramificazione degli alberi o la disposizione delle foglie nelle piante. Ogni numero della sequenza è la somma dei due precedenti: 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13 e così via. Tradotta in volumi, in questa scultura le piccole forme gialle a destra aumentano rapidamente di dimensioni mentre gli interstizi seguono lo stesso schema all’inverso. Ogni elemento ha una relazione simbiotica con le altre parti e con il tutto. Mentre le progressioni si sviluppano all’infinito, la forma materiale e le limitazioni fisiche della scultura definiscono, limitano e completano, generando un senso di unione e singolarità.

Artista Donald Judd
Data 1976
Tecnica Alluminio anodizzato, chiaro e giallo
Dimensioni 15 x 281,3 x 15 cm
Credit line Fondazione Solomon R. Guggenheim, New York, Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, lascito Hannelore B. Schulhof, 2012
Inventario 2012.66
Collezione Collezione Schulhof
Tipologia Scultura

Copia la didascalia


Altre opere