Bice Lazzari

Misure e segni. Curvature

1967

Nata e cresciuta a Venezia, Beatrice (Bice) Lazzari è un esponente dell’astrazione italiana del dopoguerra. La sua carriera si svolge in gran parte a Roma, dove si trasferisce nel 1935, e la vede affiancare altre grandi artiste astratte del XX secolo, come Anni Albers, Sophie Tauber e Sonia Delaunay. Quest'opera si aggiunge ad altre tre donazioni precedenti e consolida la presenza dell’œuvre dell'artista nella Collezione Peggy Guggenheim. Si tratta di un lavoro che appartiene a una fase peculiare post-Informale, che Bice Lazzari intraprende nel 1964 e che vede una radicale conversione ai principi della pura ricerca visiva. Cercando di liberarsi da ricordi, storia, fisicità e materia, l'artista si concentra su segni rettilinei basilari e sulle loro relazioni con e nello spazio.

Artista Bice Lazzari
Data 1967
Tecnica Tempera e grafite su tela
Dimensioni 75 x 75 cm
Credit line Fondazione Solomon R. Guggenheim, New York. Donazione, Archivio Lazzari, Roma
Inventario 2012.2
Collezione Acquisizioni e donazioni
Tipologia Dipinto

Copia la didascalia


Altre opere