César Baldaccini

Compressione

1969

Le compressioni di César vengono esposte per la prima volta nel 1960 ad un pubblico scandalizzato. Le opere si ricollegano direttamente al breve manifesto del Nouveau Réalisme pubblicato in quello stesso anno da Pierre Restany, fondatore del movimento, che propone “l’appassionante avventura del reale percepito in quanto tale e non attraverso il prisma della trascrizione concettuale o immaginativa”. L’opera di César prevede non solo un “nuovo pensiero” ma anche il coinvolgimento creativo diretto, seppur limitato, dell’artista, come viene esemplificato in questa Compressione, dove i pezzi d’alluminio sono stati tagliati da una lama affilata e compressi fino a formare un blocco rettangolare. Cesar rivisita il ready-made trasformandolo in maniera radicale e negando la sua funzione in un atto poetico che critica la crescente cultura consumistica degli anni '60.

Artista César Baldaccini
Data 1969
Tecnica Alluminio
Dimensioni 35,4 x 36 x 14 cm
Credit line Collezione Peggy Guggenheim, Venezia (Fondazione Solomon R. Guggenheim, New York)
Inventario 76.2553 PG 207
Collezione Collezione Peggy Guggenheim
Tipologia Scultura

Copia la didascalia


Altre opere