Marc Chagall nasce a Vitebsk, in Russia, il 7 luglio 1887. Dal 1907 al 1910 studia alla Scuola Imperiale per la Protezione delle Arti di Pietroburgo e, in seguito, con Léon Bakst. Nel 1910 si reca a Parigi dove frequenta Guillaume Apollinaire e Robert Delaunay ed entra in contatto con il Fauvismo e il Cubismo. Nel 1912 partecipa al Salon des Indépendants e al Salon d'Automne. La sua prima personale si tiene a Berlino nel 1914 alla Galerie Der Sturm.

Rientrato in Russia durante la guerra, si stabilisce a Vitebsk, dove nel 1918 viene nominato Commissario alle Belle Arti e fonda l'Istituto d’Arte Moderna che dirige fino al 1920, anno in cui rassegna le dimissioni per disaccordi con gli esponenti del Suprematismo. Si trasferisce a Mosca e progetta le sue prime scenografie per il teatro ebraico statale. Dopo un soggiorno a Berlino, torna a Parigi nel 1923 dove incontra Ambroise Vollard. La sua prima personale ha luogo nel 1924 a Parigi alla Galerie Barbazanges-Hodebert. Negli anni trenta visita la Palestina, l'Olanda, la Spagna, la Polonia e l'Italia. Nel 1933 la Kunsthalle Basel organizza una grande retrospettiva della sua opera.

Durante la Seconda guerra mondiale si rifugia negli Stati Uniti, dove, nel 1946, il Museum of Modern art di New York allestisce una sua retrospettiva. Nel 1948 si stabilisce definitivamente in Francia ed espone a Parigi, Amsterdam e Londra. Nel 1951 visita Israele e realizza le prime sculture. L'anno seguente si reca in Grecia e in Italia. Negli anni sessanta realizza numerose commissioni su grande scala, come le vetrate per la sinagoga dell’Hadassah-Hebrew University Medical Center, Gerusalemme (1962); un soffitto per l'Opéra di Parigi (1964); una vetrata per l’edificio delle Nazioni Unite a New York (1964); le pitture murali per il Metropolitan Opera House di New York (1967) e le vetrate per la cattedrale di Metz in Francia (1968). Il Louvre allestisce nel 1977-78 una rassegna delle opere realizzate nel decennio 1967-77. Chagall muore in Francia a St. Paul de Vence il 28 marzo 1985, anno in cui viene organizzata un'importante retrospettiva al Philadelphia Museum of Art.


Opere