Joanna A. Migdal nasce a Londra nel 1958. Dopo aver frequentato l’Ealing Art School, inizia un apprendistato di sette anni con lo scultore Edwin Russell, il cui maestro si era formato sotto la guida del tipografo e scultore Eric Gill (1882-1940). Studia anche calligrafia e in seguito apprende l’arte della cesellatura con O’Connell e Yardley a Londra.

Si specializza nella costruzione di meridiane, lavorando a progetti di varie dimensioni in Inghilterra, Scozia, Irlanda, Isole del Canale, Europa, Medio Oriente, Hong Kong, Australia e Stati Uniti. Tra le sue opere pubbliche londinesi figurano The Millennium Measure e il Newgate Street Clock, il Memorial to the Bomb Victims a Tavistock Square, una meridiana al Globe Theatre, il Memorial to John Harrison a Westminster Abbey, la sfera armillare a Gray’s Inn e al Kew Palace. Realizza inoltre la doppia mediridiana orizzontale al St. Hugh’s College di Oxford. Nelle sue sculture combina astrazione e geometria. Per sua natura è libera e, tuttavia, paradossalmente legata alle leggi matematiche e ai movimenti planetari. Ciascun lavoro non deve solo essere concepito come un’opera d’arte, ma anche calcolato e costruito per il luogo specifico per il quale è stato commissionato, poiché la sua essenza e il suo scopo è quello di collegare quel luogo specifico all’universo.

Numerosi i riconoscimenti ottenuti. Attualmente lavora per la Court of the Worshipful Company of Clockmakers di Londra, una corporazione fondata da Royal Charter nel 1631. Detiene l’ufficio di Junior Warden, la prima artista donna e orologiaia in quasi quattrocento anni a ricoprire questo incarico. È stata per tre anni consecutivi a capo della Worshipful Company of Scientific Instrument Makers, della quale è anche membro; è stata eletta alla Hand Engravers’ Association; è Brother of the Art Workers’ Guild ed è socia attiva del Chelsea Arts Club di Londra.


Opere