Claes Oldenburg nasce a Stoccolma il 28 gennaio 1929. Il padre è un diplomatico e la famiglia vive negli Stati Uniti e in Norvegia prima di trasferirsi a Chicago nel 1936. Studia letteratura e storia dell'arte alla Yale University, New Haven, quindi arte all'Art Institute of Chicago nel 1950-54. Nel dicembre 1953 diventa cittadino degli Stati Uniti. Nel 1956 si trasferisce a New York e incontra numerosi artisti di arti performative, diventando una delle maggiori figure nell'ambito delle performance e degli happening tra anni cinquanta e sessanta. Nel 1959 la Judson Gallery, a New York, espone delle sue opere alquanto enigmatiche: immagini di figure umane mostruose e oggetti quotidiani create con più tecniche (disegno, collage, papier-mâché).

Nel 1961 Oldenburg apre nel suo studio "The Store" per presentare oggetti d'uso quotidiano in gesso. Viene riconosciuto come un esponente della Pop Art quando questa inizia a emergere nel 1962. Nel 1967 realizza il suo primo monumento per uno spazio pubblico. In quegli anni inizia a proporre progetti colossali in alcune città, il primo dei quali è installato alla Yale University nel 1969: Lipstick (Ascending) on Caterpillar Tracks. La maggior parte dei lavori di grandi dimensioni che realizzerà in seguito sono frutto della collaborazione con Coosje van Bruggen, che sposa nel 1977. A metà anni settanta, e poi ancora negli anni novanta, la coppia collabora con l'architetto Frank Gehry, abbattendo i confini che separano la scultura e l'architettura.

Negli ultimi quattro decenni Oldenburg ha elaborato performance ed esposto il proprio lavoro in numerose occasioni. Il Museum of Modern Art, New York, presenta una personale già nel 1969; nel 1985 a Venezia presenta la performance Il corso del coltello; nel 1995 la National Gallery of Art di Washington e il Museo Solomon R. Guggenheim di New York organizzano una retrospettiva; nel 2002 il Whitney Museum of American Art, New York, presenta una retrospettiva dei disegni di Oldenburg e van Bruggen, e il Metropolitan Museum of Art, New York, le loro sculture sul tetto del museo. Oldenburg vive e lavora tra New York, la California e la valle della Loira, in Francia.


Opere