logo del museo
Guggenheim Art Classes 2018. La Biennale prima e dopo Peggy Guggenehim

Quarant'anni fa moriva Peggy Guggenheim: una tra le più grandi, se non la più grande collezionista d'arte del XX secolo. Dapprima a Parigi nel 1921, grazie alla preziosa amicizia con Constantin Brancusi, Djuna Barnes, Marcel Duchamp e Man Ray, Peggy si sente al centro del mondo, inizia ad amare l'arte delle avanguardie, l'arte della novità rivoluzionaria, l'arte che la circonda e la affascina per la sua proiezione verso il futuro. Poi si sposta a Londra e nel 1938, in un anno davvero complicato per la storia europea, apre la sua prima galleria e quindi prende la decisione di formare un museo. Poi di nuovo brevemente a Parigi dove acquista molte sue opere tuttora in collezione, ed in seguito nel 1941 a New York, dove nel 1942 apre la sua galleria-museo, il cui nome, Art of This Century, indica la sua passione per il presente e per lo schierarsi sempre in prima persona, senza “se” e senza “ma”, al centro delle questioni più accese. Peggy era sempre al centro: eccola infatti nel 1948 esporre la sua collezione alla Biennale di Venezia, cuore vivo dell’arte della sua epoca.
In questi incontri ripercorreremo le opere e le storie degli artisti da lei collezionati, per ritrovare la passione di essere al centro del proprio tempo.

04.02.2019

Pittura e scultura britannica: Kenneth Armitage, Francis Bacon, Alan Davie, Lynn Chadwick, Henry Moore, Ben Nicholson, Graham Sutherland

18.02.2019

La violenza del COBRA: Pierre Alechinsky, Karel Appel e Asger Jorn

04.03.2019

Jackson Pollock e Tancredi: la disperata ricerca di risposte vitali

18.03.2019

Hans Arp e Antoine Pevsner: distanti linguaggi scultorei

01.04.2019

Arte ottico-cinetica: quando si muove l'opera e quando si muove il pubblico

7.10.2019

I vari italiani collezionati dopo il 1949: Edmondo Bacci, Arnaldo Pomodoro, Giuseppe Santomaso, Emilio Vedova

28.10.2019

Vasily Kandinsky e Constantin Brancusi. Accurate ricerche: il sogno di catturare l'assoluto

11.11.2019

Astrattismo e le sue diverse declinazioni: Piero Dorazio, Jean Hélion, El Lissitzky, Kazimir Malevich, Piet Mondrian, Theo van Doesburg

25.11.2019

René Magritte e Max Ernst: il pensiero surreale

09.12.2019

Pablo Picasso e Man Ray: protagonisti del cambiamento


Sede del corso: Auditorium Santa Margherita, Ca’ Foscari. Campo Santa Margherita, Venezia.
Iscrizione obbligatoria, numero di posti limitato.

Apertura iscrizioni al secondo ciclo: mercoledì 15 maggio

Il Garage San Marco offre ai partecipanti la tariffa ridotta a 10 euro per il parcheggio la sola sera del corso.

Soci Collezione Peggy Guggenheim: 100 euro
Non soci: 130 euro
Possessori di Guggenheim Young Pass: 50 euro
Insegnanti di ogni ordine e grado: 60 euro, previa presentazione di un attestato rilasciato dalla scuola o istituto


Ufficio Membership
Collezione Peggy Guggenheim
Dorsoduro 701 – 30123 Venezia
Tel. 041 2405440/429
membership@guggenheim-venice.it

Grazie a:

logo garage san marco