logo del museo

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi.

Marcel Proust

Ecco, questa è la città dove vivo, dove cammino, dove respiro … e dove non ho mai tempo per una sosta. Eppure basterebbe davvero poco per accorgersi delle “meraviglie” silenti e da sempre presenti che accompagnano i nostri passi, come le amate “pietre di Venezia” di Ruskin, intriganti abitanti di una città che Calvino aveva definito Smeraldina e dove non una retta, ma un suadente zigzag che si ramifica in tortuose varianti, ci conduce alla meta della dispersione.
Il 2017 non ci vedrà seduti in un’aula, ma pronti a partire per un vero viaggio, quel “viaggio di scoperta che non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi” (M.Proust), occhi pronti a riscoprire ciò che, per la nostra vita quotidiana, abbiamo dimenticato … ma solo per poco.


09.09.2017
Diversi punti di partenza
La Basilica dei Santi Maria e Donato a Murano e la Chiesa di Santa Maria Assunta a Torcello

Il Duomo di Murano, appassionante e raro esempio di architettura veneto-bizantina in laguna, è connotato da un’abside che evoca un ricamo ricolmo di grazia per il rapporto tra i suoi vuoti e pieni. A Torcello, la Chiesa di Santa Maria Assunta, fondata nel VII secolo, è il più antico documento di storia veneziana.



28.10.2017
Golden Age veneziana
La Basilica dei SS. Giovanni e Paolo e la Scuola Grande di San Marco

La Basilica dei SS. Giovanni e Paolo rappresenta il pantheon della gloria scultorea serenissima, dal Doge Mocenigo al Doge Andrea Vendramin, con le opere di Lombardo che dialogano con l’avvincente collezione di pittura conservata alla Scuola Grande di San Marco, con la presenza di lavori di Palma il Vecchio, Palma il Giovane e di Tintoretto.



18.11.2017
L’illuminata tradizione del mecenatismo a Venezia
Basilica di San Giorgio Maggiore e Fondazione Giorgio Cini

Nel capolavoro del Palladio abitano alcune delle opere pittoriche più significative, dalla rivoluzionaria Ultima Cena di Tintoretto all’Adorazione dei Pastori del Bassano. Ancor più numerose sono le meraviglie del Monastero, dal Chiostro dei Cipressi del Buora alla Manica lunga e lo Scalone del Longhena. Ma nulla sarebbe oggi così fruibile senza la preziosa attività della Fondazione Cini, ovvero se non si fosse rinnovata quell’aulica qualità veneziana del conservare per trasmettere.



15.12.2017
Rutilante arte del mosaico
La Basilica di San Marco

Se cerchiamo l’icona di Venezia o se pensiamo a quante volte l’abbiamo “vista”, non abbiamo dubbi nell’individuare la Basilica di San Marco, ma questa sarà la volta in cui potremo finalmente ammirarla con calma, nel ripercorrere ogni sedimentazione storico-artistica, in un’indimenticabile visita notturna.




INFORMAZIONI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Il corso prevede due gruppi di partecipanti, un gruppo mattutino e un gruppo pomeridiano.

Apertura iscrizioni: mercoledì 31 maggio 2017.
L’iscrizione è obbligatoria e possibile fino ad esaurimento posti. Non è possibile iscriversi a una sola lezione.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE A CICLO

Nella quota di partecipazione NON È INCLUSO il biglietto d'ingresso alla Basilica dei SS. Giovanni e Paolo.
Soci Collezione Peggy Guggenheim: 120 euro
Non soci: 160 euro
Possessori Guggenheim Young Pass: 60 euro
Insegnanti di ogni ordine e grado: 130 euro, previa presentazione di attestato rilasciato dalla scuola o istituto.


Ufficio Membership
Collezione Peggy Guggenheim
Dorsoduro 701 – 30123 Venezia
Tel. 041 2405440/429
membership@guggenheim-venice.it

Grazie a:

logo garage san marco