E SIAMO A 8! RITORNA HAPPYSPRITZ@GUGGENHEIM

I cancelli della Collezione Peggy Guggenheim stanno per aprirsi, per dare il via all’ottava edizione di Happyspritz@guggenheim, l’evento più social della stagione, realizzato grazie alla collaborazione con Aperol Spritz, storica azienda parte del gruppo Intrapresae Collezione Guggenheim.

Quando? Lunedì 16 e 30 maggio, 6 giugno, 27 giugno.
Dove? A casa di Peggy, tra i capolavori collezionati dall’eclettica mecenate, che tanto amava organizzare feste nel suo giardino. Perché? Per trascorrere una serata alternativa, in compagnia degli amici, ma anche di Picasso, Magritte, Kandinsky, Pollock, Warhol, e per rivivere la magica atmosfera della scena artistica italiana degli anni ’60, grazie alla mostra IMAGINE. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969, a cura di Luca Massimo Barbero. Il tutto accompagnato dai coinvolgenti ritmi live dei dj che si alterneranno, nel corso delle quattro serate, per animare il giardino delle Sculture Nasher. Il programma musicale, quest’anno a cura di Alessandro Picunio e dell'Associazione Culturale Do Not Friday Venezia, prevede la partecipazione di alcuni degli artisti più apprezzati della scena indipendente italiana che, di volta in volta, creeranno con i loro live e dj-set la colonna sonora della serata, spaziando dalle sonorità indie al "post-rap", dai ritmi della world music al “future sound”.

#happyspritz16 è la parola d’ordine su Facebook, Twitter e Instagram per comunicare e condividere con tutti l’evento Happyspritz@guggenheim. 

Il biglietto d’accesso al museo è di 13 euro, ridotto a 5 euro con corsia d’accesso preferenziale per i possessori di Young Pass, la membership Guggenheim per gli under 26.

I biglietti saranno acquistabili anche online direttamente sul sito il mercoledì precedente a ciascun appuntamento.

Si ricorda che nonostante la disponibilità di biglietti on-line risulti esaurita, è comunque possibile acquistare i biglietti direttamente al museo a partire dalle ore 21, fino ad esaurimento posti.

In caso di pioggia l'evento verrà cancellato e i biglietti potranno essere rimborsati entro 3 giorni dalla cancellazione. In alternativa potranno essere utilizzati per l'evento successivo.


16.05.2016

Serata Indie

M+A

M+A

PLAYLIST
M+A è un duo elettronico italiano composto da Michele Ducci e Alessandro Degli Angioli (nelle esibizoni live accompagnati da Marco Frattini alla batteria e percussioni). La band ha origini italiane, ma i componenti vivono tra Londra, Bologna e Bergen. L'ultimo disco These Days li ha portati ad essere "One Of the Best New Bands of 2014" e "Band of the week" sul "The Guardian" e presenti nella sessione New Music sul "The Telegraph". Il singolo When è stato anche "Track of the day" su "Clash". Il nuovo Ep Anyway Milkyway vede collaborazioni con Spank Rock e DENA e le sue tracce hanno già ricevuto premiere su portali internazionali come I-D Uk e Noisey USA. L'attività live è sempre stata il punto di forza del progetto; nell'ultima stagione hanno diviso palchi con Moderat, Mount Kimbie, Is Tropical, MGMT, Panda Bear, Darkside, Jon Hopkins, Pantha Du Prince, The Field, Civil Civic, Public Service Broadcasting, The Wailers, Calexico. Dopo un ottimo successo di critica e pubblico nell'estate del 2014 la band ha suonato sul main stage di Glastonbury Festival. Da allora ha partecipato a numerosi festival europei e suonato per Club NME al KOKO di Londra. M+A sono anche dj set con le loro selezioni trendy e catchy per ogni tipo di pubblico alla moda e raffinato. Il 31.12.2014 il dj set di M+A è stato il main act del "Capodanno dall’Alto" a Bologna, in Piazza Maggiore, dove hanno fatto ballare migliaia di persone allo scoccare della mezzanotte.

NYU

NYU

PLAYLIST
L'esordio è nel 2013 con l'uscita del primo Ep, a cui segue una vivace attività live che porta la band a condividere il palco con Elektro Guzzi, Tadeo, Aloa Input, Civil Civic, Universal Sex Arena, Mash Machine, Public Service Broadcasting, No Ceremony, Maserati, Sagats. Nel corso del tempo la band perde gran parte delle sue reminescenze acustiche, muta il sound verso lidi più deep e slitta nell'orario delle sue esibizioni sempre più in direzione della notte. Il secondo EP autoprodotto è uscito ad ottobre 2015.



30.05.2016

Serata Post Rap

KATZUMA

KATZUMA

Dal 2004 è il progetto funk/disco/house di Deda. Il campo scelto è l'amore viscerale per i vecchi vinili e tutti i generi musicali dominati dal groove, la regola di base prevede il campionamento forsennato da polverosi 12 pollici. Il gioco riesce così bene che la loro discografia, al momento, consiste di tre album, vari singoli e remix per etichette sparse in mezzo mondo (dal Giappone al Canada passando per Londra). Il sound ha quell'impronta tipica di cui si innamorano gli appassionati della musica da ballo - gli inglesi direbbero "hi-quality home-made get-down stuff". Piace così tanto, il suo suono, che per reinterpretarlo si offrono volontari personaggi del calibro di John Morales , LTJ Experience, Al Kent di Million Dollar Disco, Scuola Furano, Reset!, E-The-Hot, Blatta & Inesha, Ajello.

GODBLESSCOMPUTER

GODBLESSCOMPUTERS

Lorenzo “Godblesscomputers” Nada è un collezionista di suoni concreti, li esplora, cataloga, seziona, e ricompone con suoni di sintesi. Italiano di origine vede il suo battesimo artistico durante una sua residenza berlinese. Nel 2012 escono The Last Swan (autoprodotto) e il suo seguito Swanism (Fresh Yo! Label), entrambi sviscerano la tematica della bellezza estetica e della rinascita e gettano le basi seminali per la collezione di rework dei Beastie Boys, Lost in Downtown (Fresh Yo! Label), disco in cui i rap taglienti e urbani convivono con le morbide suggestioni di un sofferto rhytmn & blues. Al rientro in Italia esce il primo disco in vinile Freedom is O.K. per la berlinese Equinox Records, il disco ha un linguaggio maturo e strutturato e delinea un’estetica sempre più personale. L’album Veleno, uscito per Fresh Yo! Label nell’aprile del 2014, è stato una pura iniezione di energia per Lorenzo: oltre alle numerosissime attestazioni di stima da parte della critica, il tour di Veleno ha avuto un enorme successo di pubblico e Lorenzo ha avuto modo di esibirsi in contesti internazionali di gran de rilievo come Boys Club di Berlino, EUROSONIC di Groningen, Le PointÉphémère di Parigi, B-Seite Festival di Mannheim. Il background di Godblesscomputers è legato all’hip hop, al funk, al soul, al jazz, all’elettronica di matrice inglese che riprende le ritmiche e gli stilemi della musica black e le trasporta altrove; ad etichette come Warp e Ninja Tune. Un alternarsi di texture organiche e ritmiche impazienti, silenzi e pathos: ed è proprio questo mix perfetto che lo ha portato ad esibirsi sui più prestigiosi palchi, quali Club 2 Club a Torino e Robot Festival a Bologna.



06.06.2016

Serata World Music

STILL

STILL AKA DRACULA LEWIS

Still è uno dei moniker utilizzato da Simone Trabucchi (Dracula Lewis, Hundebiss Records, Invernomuto), dedicato alla reinterpretazione personale di “computerized dub” e della prima dancehall digitale.

POPULOUS

POPULOUS

All’anagrafe Andrea Mangia, musicista e producer nato e cresciuto in Salento. Esordisce nel 2002 con un album, Quipo, per Morr Music, label berlinese di culto che accoglie i suoi suoni sospesi tra idm, pop e beatmaking astratto. Morr produce anche i due successivi lavori, Queue For Love (2005) e Drawn In Basic (2008), entrambi apprezzati e applauditi dalla critica internazionale, ponti ideali tra la freddezza dei suoni digitali e il calore analogico fatto di respiri soul e shoegaze. Una trasversalità che si riflette anche nei diversi side-project che lo coinvolgono negli anni, da Girl With The Gun a Life & Limb. Autore di jingle televisivi e colonne sonore cinematografiche, sound-designer per il web, musei e sfilate di moda. Ha lavorato con e per: Jc Penney, Vivienne Westwood, Wired, Kit Hung, Giuseppe Marco Albano. Ha remixato Iori's Eyes, Casa Del Mirto, Saroos, Crimea X, Dining Rooms, Perturbazione, Telekinesis, Dadahack, Drink To Me, Digi G'Alessio, His Clancyness etc. Ha prodotto e collaborato, tra gli altri, con Short Stories, Teebs, Ricardo Tobar, Giorgio Tuma, Simon Scott/Slowdive, Sun Glitters, Nic Sarno, Go Dugong, Giardini Di Mirò, Indian Wells, DJ Khalab, Clap! Clap!. Nel 2010 vince il "Premio 2061 - La musica elettronica italiana del futuro". Night Safari è il titolo del suo nuovo album, in uscita a settembre 2014 per Bad Panda Records e Folk Wisdom.



27.06.2016

Serata Future Sound Italy

LIES

LIES

Lies sono al secolo Oscar Cini e Pierluigi Iapicca, entrambi irpini e appassionati della musica a 360°. I due cominciano a suonare assieme dal 2001 incrociando i propri strumenti in numerose band post hardcore e dando vita ad un sodalizio che continua ancora oggi. Negli anni si appassionano alle sonorità di casa Warp, gli ambienti ricercati della Ninja Tune, non disdegnando le melodie di certa elettronica radiofonica. Con Lies fondono in un unico progetto le multiformi passioni musicali, sviluppando una sound estremamente deep e d’atmosfera. La prima traccia (O) è uscita nel 2011 che insieme ad altri inediti sono stati pubblicati in una raccolta sotto il nome di Best of what?. Nel 2013 viene pubblicato il primo EP – Escaping colors con l’etichetta lituana Strike Back Recording. Da lì sono seguite una serie di collaborazioni e remix per artisti italiani (Meg, Did, Capibara, Go Dugong, M+A, Earthquake island, The Essence, Crema) e altre tracce uscite in raccolte (Ptwschool, Rockit, Panorama Musique Records). Il nuovo EP uscirà a giugno per l’italianissima White Forest Records e conterrà collaborazioni con importanti artisti dello scenario italiano.

CAPIBARA

CAPIBARA

Luca Albino aka Capibara è un producer romano, classe 1989. Cresciuto con l’hip hop, una passione smodata per i videogiochi e l’amore per i cuccioli e gli animali esotici. Un’anima sensibile travestita da nerd, che trova rifugio dietro canzoni in cui, oltre lo specchio di un’elettronica vestita di futurismi garage, ritmi urbani e suggestioni afro, si nascondono linee e orizzonti pop. Roxanne e Felina sono i suoi primi EP, fuori nel 2013 a distanza ravvicinata, con cui Capibara esce allo scoperto proiettandosi nel nugolo e nel fermento dei nuovi producer made in Italy. Applaudito dagli aficionados e da numerosi blog e testate di settore, inizia a costruirsi un solido background in giro per i club, suonando, tra gli altri, assieme a Slow Magic, Blackbird Blackbird, Kelpe, Yung Lean e The Gaslamp Killer. Remix, collaborazioni e altri progetti stendono il tappeto rosso al suo LP d’esordio, Jordan, che vede la luce nel luglio 2014 su White Forest Records, label nata sotto l’egida dello stesso Capibara assieme a 12 Inch Plastic Toys. I numerosi featuring (M+A, Millelemmi, Sonambient, ecc.) ampliano il respiro del disco, apprezzato da critica e pubblico, permettendo a Capibara di conquistare la Targa Giovani MEI 2014 e affermarsi come uno dei giovani e più promettenti talenti in rapida ascesa nel panorama dell’elettronica italiana. Gonzo è il suo ultimo album datato 2015, ed è uscita la nuova edizione Gonzo (Ricarica), una versione reloaded dell’album con gli aggiornamenti a cura, oltre che di Capibara stesso, anche di Bienoise, Stev, Apes On Tapes, Fricat, Machweo, Talpa, Celluloid Jam, 12 Inch Plastic Toys+ Lazy Ants, Osc2x.