PROSSIME MOSTRE

Migrating Objects
15 febbraio – 15 giugno 2020

Comitato scientifico: Christa Clarke, Independent Scholar; R. Tripp Evans, Professor, History of Art, Wheaton College, Mass.; Ellen McBreen, Associate Professor, History of Art, Wheaton College, Mass.; e Fanny Wonu Veys, Curator, Oceania, National Museum of World Cultures, The Netherlands; con Vivien Greene, Senior Curator, 19th- and Early 20th-Century Art, Guggenheim Museum.




Maschera da iniziazione, Zaire, Yaka, legno policromo, rafia tessuta e rafia, altezza 50 cm. Collezione Peggy Guggenheim, Venezia 76.2553 PG 254

Nella sua vita di mecenate e collezionista Peggy Guggenheim, famosa per la sua collezione rivoluzionaria di arte moderna europea e americana, amava spingersi oltre i limiti. Questa mostra intende esaminare un momento cruciale, seppur meno conosciuto, delle sue peregrinazioni: l’interesse mostrato negli anni ’50 e ’60 per le arti dell’Africa, dell’Oceania e delle Americhe. In quegli anni Peggy Guggenheim acquista opere di artisti appartenenti a culture di tutto il mondo, incluse sculture di inizio Novecento provenienti dal Mali, dalla Costa d’Avorio e dalla Nuova Guinea, e opere delle antiche culture del Messico e del Perù. Migrating Objects presenterà gli oggetti raccolti da Peggy Guggenheim e provenienti dall’Africa, dall’Oceania, dall’area andina e mesoamericana affiancati a opere europee della sua collezione.





credits: Hangar Design Group