Josef Albers in Messico

Josef Albers in Messico

A cura di Lauren Hinkson
19 maggio –3 settembre 2018


Il Messico è senz’altro la terra promessa dell’arte astratta.
Josef Albers


Anni Albers, Josef Albers, Mitla, 1935-39 The Josef and Anni Albers Foundation © by SIAE 2018
La mostra Josef Albers in Messico intende far luce sul rapporto tra l’arte di Josef Albers (Bottrop, Germania, 1888 - New Haven, Connecticut, 1976) e le forme e il design dei monumenti precolombiani che l’artista ebbe modo di studiare nel corso dei suoi numerosi viaggi in Messico. Sarà presentata una selezione dei primi dipinti raramente esposti, tele iconiche appartenenti alle note serie "Variante/Adobe" (1947-1952) e "Omaggio al quadrato" (1950-1976), insieme a opere su carta e a una ricca selezione di fotografie e foto-collage, molte delle quali presentate per la prima volta al pubblico, realizzate da Albers durante le sue tante visite presso i siti archeologici messicani, cominciate a partire dai primi anni ’30. Con lettere, studi, fotografie inedite e dipinti provenienti dal Museo Solomon R. Guggenheim di New York e dalla Fondazione Anni e Josef Albers, Josef Albers in Messico permette di contestualizzare ulteriormente l'ancor poco nota produzione fotografica di Albers, offrendo così una nuova lettura dei suoi più celebri lavori astratti. La Collezione Peggy Guggenheim è la seconda tappa della mostra dopo il museo Guggenheim di New York, dove è stata esposta dal 3 novembre 2017 al 4 aprile 2018.






Josef Albers, Variante/Adobe, Fronte Arancione, 1948–58
Fondazione Solomon R. Guggenheim, Venezia. Donazione, The Josef and Anni Albers Foundation, In onore di Philip Rylands per il suo continuo impegno a favore della Collezione Peggy Guggenheim 97.4555 © The Josef and Anni Albers Foundation, by SIAE 2018
Josef Albers, La Grande piramide, Tenayuca, 1937
Solomon R. Guggenheim Museum, New York, Donazione,
The Josef and Anni Albers Foundation 96.4502.32
© The Josef and Anni Albers Foundation, by SIAE 2018
Josef Albers, Studio per Omaggio al quadrato: Chiusura, 1964
Solomon R. Guggenheim Museum, New York, Donazione dell’artista 69.1917
© The Josef and Anni Albers Foundation, by SIAE 2018
Josef Albers, Particolare di motivo in pietra, Mitla, 1937 c.
The Josef and Anni Albers Foundation, Bethany, Connecticut
© The Josef and Anni Albers Foundation, by SIAE 2018
Josef Albers, A Mitla, 1940
The Josef and Anni Albers Foundation, Bethany, Connecticut
© The Josef and Anni Albers Foundation, by SIAE 2018


Josef Albers in Messico è curata da Lauren Hinkson, Associate Curator, Collections, Museo Solomon R. Guggenheim.

Tutti i giorni alle 15.30 vengono offerte visite guidate gratuite alla mostra, previo acquisto del biglietto d’ingresso al museo.



IL CATALOGO



La mostra è accompagnata da un’esaustiva pubblicazione illustrata, edita dal Guggenheim, con saggi della curatrice Lauren Hinkson e di Joaquin Barríendos, studioso e curatore indipendente di arte latino americana. Il catalogo include inoltre un testo di Albers e una mappa illustrata dei suoi numerosi viaggi. Un sostegno importante alla mostra Josef Albers in Messico è offerto da LLWW Foundation. Ulteriore supporto è offerto da Robert Lehman Foundation e Mex-Am Cultural Foundation Inc. e dall’Istituto culturale messicano di New York insieme al Consolato Generale del Messico e AMEXCID.

Scopri di più

Peggy Guggenheim Collection Store:
tutti i giorni dalle 10 alle 18, chiuso il martedì
tel: 041.2405.422 / 432; fax: 041.520.6885; e-mail: shop@guggenheim-venice.it


SPONSOR

Si ringrazia della generosità la Leadership Committee della mostra e in particolare Alice e Thomas Tisch; David Zwirner, New York/Londra; Lisa e John Miller; e Louisa Stude Sarofim. Il catalogo è in parte sostenuto da Furthermore: un programma del J. M. Kaplan Fund.

Il programma espositivo della Collezione Peggy Guggenheim è sostenuto dagli Institutional Patrons – EFG e Lavazza, da Guggenheim Intrapresæ e dal Comitato consultivo del museo. I progetti educativi correlati all’esposizione sono realizzati grazie alla Fondazione Araldi Guinetti, Vaduz.


Con il sostegno di

Institutional Patrons
EFG
Lavazza

  Guggenheim Intrapresae
Aermec + Allegrini + Apice + Arclinea + Arper + Distilleria Nardini + Florim + Foodies Bros + Gruppo Campari + Hangar Design Group + Istituto Europeo di Design + Mapei + MST-Gruppo Maccaferri + Orsoni + René Caovilla + Rubelli + Safilo Group + Swatch
I programmi collaterali sono resi possibili da
Fondazione Araldi Guinetti, Vaduz
 


top