Sam Francis

/Opere e biografia

  zoom

Senza titolo, 1958 c.
Acquerello su carta montata su tela, 76,2 x 56,5 cm
Fondazione Solomon R. Guggenheim, Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, lascito Hannelore B. Schulhof, 2012
2012.57
© Sam Francis Foundation, California by SIAE 2012


Francis si rivolge all’arte come terapia, mentre, in ospedale, si stà riabilitando da una lesione spinale per un incidente aereo durante l’addestramento da pilota della U.S. Air Force. Attraverso il linguaggio visivo dell’Espressionismo astratto, intuitivo e animato, raggiunge l’individualità espressiva enfatizzando le sensuali, addirittura edonistiche, qualità del colore e la loro interazione con luce e spazio. Nel 1957 visita il Giappone per la prima volta: l’essenziale estetica orientale, caratterizzata da forme asimmetriche e spazio vuoto, lo affascina e lo spinge verso la realizzazione di composizioni astratte come questa. La tavolozza intensa e le forme mutevoli evocano un’esperienza emotivamente forte, forse allusiva al trionfo della vita sulla malattia o sulla morte.

credits: Hangar Design Group