Reg Butler

/Opere e biografia

  zoom

Donna che cammina (Woman Walking), 1951
Bronzo, altezza 48,3 cm
Collezione Peggy Guggenheim, Venezia 76.2553 PG 195


Reg Butler inizia la carriera come architetto e solo in seguito diventa scultore, diventando anche apprendista di Henry Moore. Negli anni ’40 inizia a produrre una serie di figure scheletriche in filo metallico, simili a insetti, che egli considera disegni nello spazio: sono sculture che negano il peso e la massa normalmente associate alle opere scultoree e cercano invece di rappresentare il corpo umano fondendo forme organiche e meccaniche. L'opera rappresenta una figura femminile eretta costituita da piastre metalliche saldate e filo metallico. La figura, simile ad una formica, di piccole dimensioni, presenta un ampio addome ed è una sintesi di forme umane costruite grazie ad una serie di eloquenti giunti lineari. Questa figura solitaria e leggera sembra incarnare i temi condivisi da altri artisti al termine della seconda guerra mondiale, quando sono spesso rappresentati corpi trafitti o mutilati, incompleti, come conseguenza degli aspetti disumanizzanti della guerra da poco finita.

credits: Hangar Design Group