compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Agnes Martin

/Opere e biografia

  zoom

Rosa (Rose), 1966
Acrilico su tela, 182,9 x 182,9 cm
Fondazione Solomon R. Guggenheim, Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, lascito Hannelore B. Schulhof, 2012
2012.84
© Agnes Martin, by SIAE 2012


L’opera è esemplare dell’astrazione matura di Martin. Il titolo richiama il mondo biologico: lo splendore e la purezza di una rosa rivelato dalla delicatezza e dalla semplicità dei mezzi dell’artista. Il ridotto linguaggio visivo non rappresenta un rigore formale, ma descrive la risposta emotiva alla natura e trasmette l’esperienza della bellezza e della luminosità. Contemplazione ispirata, addirittura meditazione. Martin accenna alla spiritualità intrinseca della natura e allude a una realtà trascendente: a una certa distanza le linee dell’opera svaniscono, dando luogo al senso di uno spazio infinito e soprannaturale. Pur minimalista nella forma, l’opera conserva le tracce personali della mano dell’artista. Considerati gli aspetti individuali ed espressivi del suo lavoro, Martin ha preferito essere classificata come espressionista astratta.

credits: Hangar Design Group