compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

William Baziotes

/Opere e biografia

  zoom

La stanza (The Room), 1945
Guazzo su tavola, 45,6 x 61 cm
Collezione Peggy Guggenheim, Venezia 76.2553 PG 156


William Baziotes e altri membri della New York School risentono dell’influenza dei surrealisti europei trasferitisi negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Come i surrealisti, Baziotes impiega gli oggetti circostanti per riattivare ricordi di sensazioni precedenti o per fare riaffiorare l'inconscio. Nei suoi dipinti Baziotes allude al mondo esteriore degli oggetti ma questi rimangono indefiniti e mutevoli. Egli intitola le sue composizioni solo dopo che queste preso forma a partire da decisioni intuitive; i titoli quindi non identificano il soggetto, ma rappresentano una guida interpretativa. Così, il titolo di quest’opera può stimolare a provare la sensazione di uno spazio interno rischiarato da una fioca luce diffusa, in cui strati di guazzo sfumati e come scoloriti, con una predominanza di colori pastello, evocano un’atmosfera di nostalgiche fantasticherie. A differenza delle più caratteristiche opere di Baziotes, in cui forme biomorfiche fluttuano libere su un fondo indefinito, la struttura di quest'opera è di tipo architettonico.

credits: Hangar Design Group