compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

André Masson

/Opere e biografia

  zoom

L'armatura (L'Armure), gennaio–aprile 1925
Olio su tela, 80,6 x 54 cm
Collezione Peggy Guggenheim, Venezia 76.2553 PG 106
© André Masson, by SIAE 2008


André Masson trasferisce in quest'opera la sintassi visiva del Cubismo analitico nella sua limitata gamma cromatica, nelle ambiguità spaziali e nella pennellata punteggiata. L’artista, tuttavia, carica il suo nudo di un erotismo esplicito che è decisamente surrealista. Masson si concentra sul torso di donna non solo eliminando le braccia, ma staccando brutalmente la testa dal corpo. Il titolo suggerisce che questa forma femminile è impenetrabile, oggetto di desiderio frustrato. Forse il titolo francese racchiude un ironico gioco di parole: la parola ''armure'' infatti suona simile ad ''amour'', che significa amore, che è il nome francese della divinità mitologica Eros. Masson dipinge L’armatura nel periodo del suo iniziale legame con la cerchia dei surrealisti, quando per la prima volta si sforza di introdurre idee filosofiche nella pittura.

credits: Hangar Design Group