compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Ibram Lassaw

Corax

1953

Ibram Lassaw nasce da genitori russi ad Alessandria d’Egitto, il 4 maggio 1913. Nel 1921 emigra negli Stati Uniti e si stabilisce a New York, dove studia le tecniche tradizionali di modellato, fusione e incisione al Brooklyn Children’s Museum nel 1926, e al Clay Club di Brooklyn nel 1927-32. Frequenta inoltre i corsi serali del Beaux-Arts Institute of Design mentre studia al City College di New York. L’incontro con l’arte d’avanguardia alla “International Exhibition of Modern Art” della Société Anonyme al Brooklyn Museum nel 1926 assume particolare importanza.

Nei primi anni ’30 Lassaw sperimenta nuovi materiali e studia la scultura negli spazi aperti. Di particolare rilievo sono per lui le idee di Moholy-Nagy e Buckminster Fuller, e le riviste d’arte grazie alle quali conosce l’opera di Julio González, Pablo Picasso e dei costruttivisti russi. Pioniere della scultura astratta negli Stati Uniti, nel 1936 è tra i fondatori del gruppo degli American Abstract Artists. Tra il 1933 e il 1942 lavora per diverse istituzioni federali che si occupano di arte pubblica: Public Works of Art Project, Civil Works Authority e WPA Federal Art Project. Nel 1938 realizza il suo primo lavoro a saldatura. Presta servizio nell’esercito degli Stati Uniti e apprende le tecniche di saldatura diretta. Negli anni ’40 fa esperimenti con reti metalliche e plastica acrilica, impiegando anche il colore che applica direttamente sulle superfici. Nel 1949 è tra i fondatori di The Club, un gruppo informale di discussione di artisti della New York School la cui prima riunione ha luogo proprio nello studio di Lassaw.

Negli anni ’50 impiega tecniche di saldatura con fiamma ossidrica con le quali sviluppa un proprio stile maturo di improvvisazione. La sua prima personale si tiene alla Kootz Gallery di New York nel 1951 e da allora le mostre saranno numerose. Profondamente interessato alla biologia, alla cosmologia e alla religione, Lassaw studia il buddismo Zen alla Columbia University di New York. La prima delle numerose commissioni per enti pubblici è del 1953, per il tempio Beth-El di Springfield, Massachusetts. Nel 1973 l’Heckscher Museum di Huntington, New York, organizza una sua retrospettiva, e nel 1977 la Zabriskie Gallery di New York una sua personale. L’artista muore nella sua residenza a The Spring, East Hampton, New York, il 30 dicembre 2003.

 

credits: Hangar Design Group