compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Barry Flanagan

Omaggio

2001

Barry Flanagan nasce a Prestatyn, nel Galles del nord, l’undici gennaio 1941. Dopo aver frequentato il Birmingham College of Art and Crafts si iscrive nel 1964 alla St. Martin's School of Art di Londra conseguendo nel 1966 il diploma professionale in scultura. Nello stesso anno partecipa con Yoko Ono and Tony Cox al “Destruction in Art Symposium” presso l’Africa Centre di Covent Garden e tiene la sua prima personale alla Rowan Gallery di Londra. Nel 1967 inizia ad insegnare alla St. Martin's School of Art e alla Central School of Art and Crafts di Londra, mantenendo l’incarico fino al 1971. Visita New York per la prima volta nel 1969, in occasione di una sua mostra alla Fishbach Gallery e l’anno seguente espone in Giappone.

Nel corso degli anni ’70 oltre a scolpire realizza anche delle acqueforti e si dedica per un periodo alla danza, seguendo le lezioni di Carolyn Carlson. Nel 1977 si tiene una sua retrospettiva al Van Abbemuseum di Eindhoven, nei Paesi Bassi, esposta poi in forma diversa alla Arnolfini Gallery di Bristol e alla Serpentine Gallery di Londra. A partire dal 1979 comincia a realizzare le sue dinamiche e talora monumentali, lepri in bronzo, spesso dai tratti antropomorfici, esposte per la prima volta nei primi anni ’80, che diventano un’icona distintiva della sua opera. Nel 1982 partecipa alla Biennale di Venezia esponendo nel padiglione inglese una serie di sculture realizzate nel decennio precedente.

Nel frattempo cresce la popolarità dell’artista, che riceve numerose commissioni pubbliche e private. Nel 1984 le sue sculture vengono installate al Watlington Park, nell’Oxfordshire, all’Equitable Life Tower West di New York e al Victoria Plaza di Londra. Nel 1987 si trasferisce a Ibiza e nello stesso anno viene eletto membro della Royal Academy of Arts di Londra. Un’importante retrospettiva della sua opera viene organizzata dalla Fundación “La Caixa” di Madrid nel 1993, esposta poi al Musée des Beaux-Arts di Nantes l’anno seguente. Le sue opere fanno parte delle più prestigiose istituzioni museali, tra le quali il Museum of Modern Art di New York, il Tokyo Metropolitan Art Museum e la Tate Gallery di Londra. L’artista muore a Ibiza il 31 agosto 2009.

 

credits: Hangar Design Group