compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

René Brô

Autunno a Courgeron

1960

René Brô, pseudonimo di René Brault, nasce il 21 novembre 1930 a Charenton, nei pressi di Parigi. A quattordici anni interrompe gli studi e comincia a frequentare diverse scuole d’arte, lavorando nel frattempo come disegnatore pubblicitario. Alla fine degli anni ’40 visita spesso il Musée de l’Homme e il Louvre, dove è particolarmente attratto dall’arte primitiva ed egizia. Le opere di questo periodo, ceramiche, disegni e dipinti, sono prossime a quelle di Klee o all’Art Brut di Dubuffet. Nel 1949 partecipa ad una collettiva alla Galerie Mai di Parigi e assieme a Micheline Breuil e Bernard Rousseau compie a piedi un viaggio in Italia, che si concluderà in Sicilia, dopo aver soggiornato in Toscana e a Roma. A Firenze conosce il pittore austriaco Hundertwasser, con il quale, tornato in Francia nel 1950, realizza delle pitture murali a Saint Mandé, vicino a Parigi.

Nel 1954 tiene la prima personale parigina al Centre Saint-Jacques e tre anni dopo partecipa al “Micro-salon” presso la Galerie Iris Clert, dove in seguito tiene diverse mostre personali, partecipando inoltre attivamente, nel corso degli anni ’60, alla vita della galleria. Nel 1962 il suo dipinto L’Automne à Cougeron entra a far parte della collezione di Peggy Guggenheim. Due anni dopo partecipa come rappresentante della Francia alla Biennale di Venezia e nel 1966 compie il suo primo viaggio negli Stati Uniti, dove tiene una personale alla Gallery of Modern Art di Scottsdale, in Arizona e incontra Andy Warhol a New York.

Nonostante l’accoglienza lusinghiera e le recensioni favorevoli sono momenti difficili per l’artista che, tornato in Francia nel 1967, vive un periodo di depressione. L’anno seguente apre uno studio a Venezia, dove continua a lavorare nei successivi dieci anni ed espone alla Galleria Meneghini nel 1972 e alla Galleria d’Arte Gigli nel 1977, ottenendo un grande consenso. Numerose le mostre personali organizzate nel corso degli anni ’70 e 80’, intervallate dai viaggi in Messico nel 1972 e in India, Nepal e Nuova Zelanda nel 1981 in compagnia dell’amico Hundertwasser. Nel 1984 espone al Musée Gauguin a Tahiti, dove trascorre diversi mesi e vi ritorna in viaggio due anni più tardi. Ritiratosi a Courgeron l’artista muore improvvisamente la mattina del 6 dicembre 1986.

 

credits: Hangar Design Group