compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Claes Oldenburg

Studio per un monumeto eroico...

1970

Claes Oldenburg nasce nel 1929 a Stoccolma. Il padre è un diplomatico e la famiglia vive negli Stati Uniti e in Norvegia prima di trasferirsi a Chicago nel 1936. Oldenburg studia letteratura e storia dell'arte alla Yale University, New Haven, quindi arte all'Art Institute of Chicago nel 1950–54. Nel dicembre 1953 diventa cittadino americano. Nel 1956 si trasferisce a New York e incontra numerosi artisti di arti performative, diventando una delle maggiori figure nell'ambito delle performance e degli happening a cavallo tra anni cinquanta e sessanta. Nel 1959 la Judson Gallery, New York, espone una serie di sue immagini alquanto enigmatiche, da figure umane mostruose a oggetti quotidiani, create con tecniche (disegno, collage, papier-mâché) usate insieme. Nel 1961 apre "The Store" (il negozio) nel suo studio per presentare oggetti d'uso quotidiano realizzati in gesso. Viene riconosciuto come un esponente della Pop Art quando questa inizia a emergere nel 1962.
Nel 1967 Oldenburg realizza il suo primo monumento per uno spazio pubblico. A partire dalla metà degli anni sessanta inizia a proporre progetti colossali in alcune città, il primo dei quali è installato alla Yale University nel 1969:  Lipstick (Ascending) on Caterpillar Tracks. La maggior parte dei lavori di grandi dimensioni che realizzerà poi sono frutto della collaborazione con Coosje van Bruggen, che sposa nel 1977. A metà anni settanta, e poi ancora negli anni novanta, Oldenburg e van Bruggen collaborano con l'architetto Frank Gehry, abbattendo i confini che separano la scultura e l'architettura.  Negli ultimi quattro decenni Oldenburg ha continuato a presentare performance e la sua opera è stata il soggetto di numerose esposizioni. Il Museum of Modern Art, New York, presenta una personale  già nel 1969; nel 1985 a Venezia è presentata la performance Il corso del coltello; nel 1995 la National Gallery of Art, Washington, D.C., e il Museo Solomon R. Guggenheim organizzano una retrospettiva; nel 2002 il Whitney Museum of American Art, New York, presenta una retrospettiva dei disegni di Oldenburg e van Bruggen e il Metropolitan Museum of Art in New York le loro sculture sul tetto del museo. Oldenburg vive e lavora tra New York, la California e la valle della Loira, in Francia.

 

 

credits: Hangar Design Group