compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Jean Arp

Scarpa azzurra rovesciata...

1925 c.

Testa e conchiglia

1933 c.

Corona di germogli I

1936

Mutilato e senza patria

1936

Senza titolo

1940

Anfora frutto

1946 (?)

Busto di gnomo

1949

Grande collage

1955

Jean (Hans) Arp nasce a Strasburgo, Alsazia-Lorena, il 16 settembre 1886. Nel 1904 dopo aver lasciato l’Ecole des Arts et Métiers di Strasburgo visita Parigi e pubblica per la prima volta le sue poesie. Dal 1905 al 1907 studia alla Kunstschule di Weimar e nel 1908 all’Académie Julian di Parigi. Nel 1909 si trasferisce in Svizzera, dove nel 1911 è tra i fondatori del gruppo d’avanguardia Moderner Bund. L’anno seguente incontra Robert e Sonia Delaunay a Parigi e Vasily Kandinsky a Monaco. Partecipa nel 1913 all’Erster Deutscher Herbstsalon alla galleria Der Sturm di Berlino. Ritornato a Parigi nel 1914 conosce Max Jacob, Pablo Picasso e Guillaume Apollinaire. Nel 1915 si reca a Zurigo, dove realizza collage e arazzi, spesso in collaborazione con la futura moglie Sophie Taeuber.

Nel 1916 Hugo Ball apre il Cabaret Voltaire, destinato a diventare il centro delle manifestazioni Dada a Zurigo per un gruppo di artisti comprendenti Arp, Tristan Tzara, Marcel Janco e altri. La partecipazione di Arp al Dadaismo continua anche dopo il suo trasferimento a Colonia nel 1919. Nel 1922 partecipa al Kongress der Konstruktivisten a Weimar. Poco dopo inizia la collaborazione a diverse riviste, come “Merz”, “Mécano”, “De Stijl”, ed in seguito “La Révolution Surréaliste”. Nel 1925 partecipa alla prima esposizione del gruppo surrealista alla Galerie Pierre a Parigi, e l’anno seguente si stabilisce in Francia, a Meudon.

Nel 1931 aderisce al gruppo Abstraction-Création e collabora al periodico “Transition”. Durante gli anni ’30, e fino alla sua morte, continua a scrivere e a pubblicare poesie e saggi. Nel 1942 fugge a Zurigo; ma ritornerà ancora a Meudon nel 1946. l’artista visita New York nel 1949, in occasione di una sua personale allestita alla Buchholz Gallery di Curt Valentin. L’anno dopo gli viene commissionato un rilievo per l’Harvard Graduate Center a Cambridge, nel Massachusetts. Nel 1954 ottiene il Premio Internazionale per la Scultura alla Biennale di Venezia. Nel 1958 il Museum of Modern Art di New York e nel 1962 il Musée National d’Art Moderne di Parigi gli dedicano una grande retrospettiva. Arp muore a Basilea il 7 giugno 1966.

 

credits: Hangar Design Group