compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Adolph Gottlieb

Fluttuante

1945

Senza titolo

1965

Adolph Gottlieb nasce il 14 maggio 1903 a New York. Lasciata la scuola superiore, nel 1920 inizia a lavorare nell’attività del padre e si iscrive più tardi all’Art Student League, dove studia pittura sotto la guida di John Sloan e Robert Henri. Nel 1921, all’età di 17 anni, viaggia in Europa e vive a Parigi per sei mesi, frequentando le lezioni di disegno all’Académie de la Grande Chaumière e visitando spesso il museo del Louvre. Rimane in Europa per un anno, viaggiando a Berlino e a Monaco e visitando musei e gallerie. Nel 1923 ritorna a New York e finisce gli studi superiori seguendo lezioni serali. Il suo desiderio di diventare artista lo porta a studiare alla Parson School of Design, all’Art Students League, alla Cooper Union e all’Educational Alliance Art School. Nel 1924 inizia a esporre all’Opportunity Gallery sulla 56a Strada, New York. Nel 1933 si trasferisce a Brooklyn, New York, dove diventa amico di David Smith, e nel 1935 è tra i fondatori del gruppo The Ten, che riunisce artisti che si dedicano alla pittura espressionista e astratta. Nel 1936 lavora per il WPA Federal Art Project nella sezione di pittura su cavalletto. L’anno seguente si trasferisce nel deserto, vicino a Tucson, Arizona. All’inizio degli anni Quaranta, tornato nella sua città natale, abbandona la pittura figurativa per sviluppare uno stile personale che unisce segni e simboli astratti definiti dall’artista col termine pictographs. Nel 1942 all’Artists Gallery di New York si tiene la prima personale di pictographs, intitolata "Adolph Gottlieb: Paintings". Le forme e i paesaggi immaginari dei dipinti di Gottlieb trovano ispirazione nell’arte dei nativi americani e nelle idee dei surrealisti che dall’Europa erano emigrati, per motivi politici, negli Stati Uniti. Nel 1943 è tra i membri fondatori del gruppo New York Artist Painters, che riunisce pittori astratti tra i quali Mark Rothko, John Graham e George Constant. Nel 1948 organizza una protesta al Metropolitan Museum of Art che renderà Gottlieb e i suoi compagni noti come gli “Irascibili”. Nel 1963 è il primo americano a ricevere il Gran Premio alla Biennale di San Paolo. Nel 1968 il Whitney Museum of Art e il Museo Solomon R. Guggenheim di New York organizzano congiuntamente una retrospettiva dedicata alla sua opera. Gottlieb muore il 4 marzo 1974 a New York.

 

credits: Hangar Design Group