compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Anthony Caro

Lal

1966

Cardine

1966

Prima luce

199093

Anthony Caro nasce l’otto marzo 1924 a New Malden, nel Surrey, Inghilterra. Dal 1942 al 1944 studia presso il Christ’s College a Cambridge, laureandosi in ingegneria e frequentando durante le vacanze la Farnham School of Art. Dopo aver svolto il servizio militare nella marina, durante la seconda guerra mondiale, studia scultura al Regent Street Polytechnic nel 1946 e alla Royal Academy School dal 1947 al 1952. Lavora come assistente di Henry Moore dal 1951 al 1953 ed in seguito insegna scultura alla St Martin’s School of Art di Londra. In questo periodo lavora soprattutto con la creta e il gesso realizzando sculture figurative.

Nel 1956 tiene la sua prima personale alla Galleria del Naviglio di Milano, seguita l’anno dopo dalla prima personale a Londra, alla Gimpel Fils Gallery. Dopo un soggiorno negli Stati Uniti, dove conosce Kenneth Noland, David Smith, Robert Motherwell e altri artisti, ritorna a Londra nel 1960 e realizza le prime sculture astratte in acciaio, che espone poi nel 1963 alla Whitechapel Gallery. Attraverso queste opere, composte di materiali prefabbricati e dipinte con colori brillanti, Caro dà vita e sviluppa una nuova estetica nella scultura che avrà una grande influenza nelle successive generazioni di artisti. Benché il materiale principalmente usato sia l’acciaio, l’artista sperimenta in seguito anche con il bronzo, il legno, la carta e il piombo.

Dal 1963 insegna negli Stati Uniti per due anni, al Bennington College, nel Vermont e l’anno dopo tiene la sua prima personale a New York, alla André Emmerich Gallery. Negli anni ’60 gli vengono dedicate delle retrospettive e partecipa alla Biennale di Venezia (1966) e a quella di San Paolo (1969). Dal 1970 comincia a realizzare sculture in acciaio non dipinto. In seguito sono numerose le mostre dedicate alla sua opera da importanti istituzioni museali: Museum of Modern Art di New York (1975), Tate Gallery di Londra (1991), Museum of Contemporary Art di Tokyo (1995), National Gallery di Londra (1998). Nel corso della sua carriera lo scultore ha ricevuto numerosi riconoscimenti, come il Premio Imperiale per la scultura di Tokyo, e lauree ad honorem dalle Università di Cambridge e Yale. Insignito del cavalierato nel 1987, Caro è stato anche membro onorario dell’American Academy of Arts and Letters di New York e dell’Accademia di Brera di Milano. L'artista muore a londra il 23 ottobre 2013.

 

credits: Hangar Design Group