compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Edward Wadsworth

Cantanti di strada

1914 c.

Città dall'alto

1916 c.

Edward Wadsworth nasce a Cleckheaton, Inghilterra, il 19 ottobre 1889. Nel 1906 si reca a Monaco per studiare ingegneria, ma preferisce seguire i corsi di disegno e incisione alla Knirr Art School. Ritornato in Inghilterra nel 1907, si iscrive alla Bradford School of Art e poi alla Slade School of Art (1909–12) di Londra. I suoi primi dipinti dimostrano un crescente interesse per i soggetti industriali, benché, sotto l’influenza del Post-impressionismo, si dedichi per un periodo al ritratto e alla natura morta.

Nel 1913 conosce Wyndham Lewis, fondatore nel 1914 del gruppo avanguardistico dei vorcicisti. Wadsworth condividerà gli ideali del gruppo, che rappresentano sostanzialmente l’equivalente britannico del Futurismo italiano. Nonostante le forti riserve nei confronti del movimento italiano, i suoi dipinti annunciano infatti un crescente interesse per le tematiche di matrice futurista, come la macchina e la città industriale, alle quali si aggiunge, inoltre, una particolare attenzione per l’attività teorica di Vasily Kandinsky. La nuova prospettiva del mondo offerta dai voli aerei si traduce nei dipinti e nelle xilografie di Wadsworth in composizioni astratte, che tuttavia mantengono un riferimento alla realtà.

Dal 1915 al 1917 presta servizio come volontario nella Royal Naval Volunteer Reserve, e in seguito le tematiche marine costituiranno il principale soggetto della sua opera, che sembra rivolgersi verso un sobrio naturalismo. Un elemento surreale caratterizza poi le sue nature morte, che risentono dell’influenza di Giorgio de Chirico, ma non rimane estraneo agli sviluppi dell’avanguardia negli anni trenta. Wadsworth diventa membro del gruppo Unit One, fondato nel 1933 da Paul Nash per promuovere l’arte britannica moderna. Le sue opere sono esposte nel 1940 alla XXII Biennale di Venezia. L’artista muore a Londra il 21 giugno 1949.

 

credits: Hangar Design Group