compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Humphrey Jennings

Foca

1935

Humphrey Jennings nasce nel 1907 a Walberswick, nel Suffolk, in Gran Bretagna. Studia letteratura inglese al Pembroke College di Cambridge, mostrando, fin dagli anni universitari, il suo interesse poliedrico in ambito artistico. Disegna, infatti, gli allestimenti di scena per il King David di Honnegar e per l’Histoire du soldat di Stravinsky; assieme a William Empson e Jacob Bronowski è fondatore di “Experiment”, rivista che unisce tutti i futuri protagonisti del Surrealismo inglese. Nel 1931 si reca a Parigi, dove disegna per Cresta Silks e legge Rimbaud e Baudelaire. Nel 1933 torna in Inghilterra e un anno dopo entra a far parte della GPO Film Unit, che in quegli anni produce importanti documentari.

Nel 1936 collabora all’organizzazione della “First Surrealist Exhibition” a Londra, assieme a Herbert Read, Roland Penrose e André Breton. Anche i suoi lavori in ambito cinematografico risultano influenzati dalle nuove correnti artistiche, con procedimenti che non distorcono semplicemente la percezione sensoriale ma, proponendo nuove associazioni mentali, suscitano anche la possibilità di vedere e immaginare legami inaspettati fra le cose.Tra i suoi lavori più noti nel periodo della guerra si ricordano i documentari Words for Battle (1941), Listen to Britain (1942) e Fires Were Started (1943).

Di grande interesse è anche la sua produzione in campo fotografico e pittorico, soprattutto grazie all’uso del collage. Mettendo in relazione forzata elementi solitamente lontani fra loro, in una vicinanza fisica resa ancor più marcata dalla differenza dei media utilizzati o degli ambiti di riferimento cui di solito gli oggetti appartengono, Jennings ottiene inaspettati effetti di ironia, di disorientamento o di novità. Maestro del collage, Jennings lo sperimenta anche in una peculiare forma scritta, pubblicando in Contemporary Poetry and Prose dei Reports in cui i collegamenti sussistono sulla base di rapporti metastorici, spesso linguistici, in cui i tempi dei verbi non seguono una logica coerenza. Jennings muore a Poros, in Grecia, nel 1950, cadendo da una scogliera durante un sopralluogo per l’ambientazione di un documentario.

 

credits: Hangar Design Group