compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Fritz Koenig

Biga

1957

Fritz Koenig nasce a Wüzburg il 20 giugno 1924. Studia scultura presso l’Akademie der Künste di Monaco dal 1946 al 1952 e nel 1951 trascorre un anno a Parigi, dove lavora traendo ispirazione dalle forme della scultura africana, di cui l’artista è anche collezionista. Alla metà degli anni ’50 realizza a Monaco un gruppo di sculture, Cattle, vicine nello stile e nel volume alle prime sculture in legno di Ewald Mataré. Nel 1957 vince una borsa di studio per recarsi a Villa Massimo, l’Accademia tedesca a Roma, dove ha modo di approfondire le sue conoscenze artistiche. Di questo anno sono i lavori sul tema della “Quadriga” e le sculture in bronzo Golgatha e Maternitas realizzate per il padiglione tedesco dell’Esposizione Universale di Bruxelles. I suoi lavori iniziali sono caratterizzati da figure e gruppi di forme piatte e stilizzate, ma durante gli anni ’60 le sue opere si volgono verso un’astrazione carica di simbolismo. Dal 1964 si dedica anche all’insegnamento presso il Technical College di Monaco.

Alla fine degli anni ’60 viene commissionata all’artista la scultura Sfera, che, collocata nel 1971 ai piedi delle torri gemelle a Manhattan, è l’unica opera d’arte nell’area del World Trade Center ad essere sopravvissuta all’attacco terroristico dell’11 settembre 2001. L’opera restaurata, divenuta monumento alla memoria, si trova ora al Battery Park di New York. Koening è anche autore di altri importanti monumenti, come quello dedicato alle vittime del campi di concentramento di Mauthausen e quello dedicato agli atleti israeliani uccisi alle olimpiadi di Monaco nel 1972. L’opera dell’artista è stata anche oggetto di due documentari realizzati nel 1979 e nel 1996 dal regista Percy Adlon.

In occasione del suo ottantesimo compleanno, nel novembre del 2004 la Neue Pinakothek di Monaco ha dedicato all’artista una mostra delle opere realizzate dopo il 2002. Benché sia particolarmente conosciuto per le sue sculture, il disegno diviene il punto focale della recente ricerca artistica di Koenig. Lungi dall’essere considerati in funzione secondaria rispetto alle sculture, i disegni costituiscono un corpo autonomo di opere parallelo all’attività scultorea. L’artista attualmente vive e lavora a Landshut.

 

credits: Hangar Design Group