compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Pierre Alechinsky

Vulcano azteco

1971

Vestaglia

1972

Pierre Alechinsky nasce a Bruxelles il 19 ottobre 1927. Presto si interessa di grafica e nel 1944 si iscrive all’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture et des Arts Décoratifs di Bruxelles, dove studia illustrazione di libri e tipografia; dipinge anche, in uno stile postcubista e più tardi in una maniera che ricorda Ensor. Nel 1947 espone i suoi quadri raffiguranti donne mostruose nella sua prima personale alla Galerie Lou Cosyn di Bruxelles e nello stesso anno entra a far parte del gruppo Jeune Peinture Belge.

Nel 1948 alcuni artisti espressionisti, come Karel Appel, Asger Jorn, Constant, Carl Henning Pedersen e Corneille, danno vita al gruppo CoBrA. Alechinsky vi aderisce nel 1949 e nello stesso anno partecipa alla prima “Internationale tentoonstelling experimentele Kunst-CoBrA” allo Stedelijk Museum di Amsterdam. Dopo aver assunto un ruolo centrale nel gruppo, nel 1951 ne organizza la seconda esposizione internazionale a Liegi; poco dopo il CoBrA si scioglie.

Nel 1951 si trasferisce a Parigi per studiare tecniche di stampa con una borsa di studio del governo francese e l’anno dopo approfondisce le sue conoscenze dell’incisione con Stanley William Hayter all’Atelier 17. Affascinato, nello stesso periodo, dalla calligrafia giapponese, nel 1955 si reca in Giappone visitando le città di Tokyo e Kyoto, dove incontra i maestri di quest’arte antica e realizza anche il celebre film Calligraphie japonaise. Negli anni ’60 viaggia molto in Europa, negli Stati Uniti e in Messico, partecipando a diverse mostre internazionali. Nel 1965 l’Arts Club of Chicago gli dedica una retrospettiva che verrà poi presentata in altri musei degli gli Stati Uniti. Nel 1976 è il primo a ricevere il prestigioso Premio Andrew W. Mellon per gli artisti a cui fa seguito, l’anno dopo, una grande retrospettiva al Museum of Art, Carnegie Institute, Pittsburgh. Attualmente l’artista vive a Bougival, in Francia, dove continua a dipinge e a realizzare stampe e illustrazioni per libri.

 

credits: Hangar Design Group