compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Conrad Marca-Relli

Figura seduta

1956

Forma figurativa

1958

Conrad Marca-Relli nasce a Boston il 5 giugno 1913 da genitori italiani. Nel 1927 si trasferisce con la famiglia a New York, dove frequenta una scuola d’arte privata e corsi serali di pittura; in questo ambiente matura l’interesse per l’arte rinascimentale italiana. Nel 1930 segue i corsi d’arte al Cooper Union Institute, New York. Lavora per il WPA Federal Art Project dal 1935 al 1938 e in questo periodo conosce artisti come Willem de Kooning, Franz Kline e John Graham, che lo portano a cambiare completamente la sua visione della pittura.

Dopo aver svolto il servizio militare si trasferisce a Birdcliff, Woodstock, dove produce quadri che risentono dell’influenza del Surrealismo e della pittura metafisica. Tornato a New York nel 1947 tiene la sua prima personale alla Niveau Gallery e nel settembre dello stesso anno va a Parigi. L’anno dopo, deluso dall’ambiente parigino, si trasferisce a Roma dove espone per due anni consecutivi, frequentando l’ambiente artistico italiano e stringendo amicizia con Afro Basaldella. In questo periodo la sua pittura si fa sempre più astratta. Nel 1949 torna negli Stati Uniti dove, assieme ad altri artisti, tra i quali Rothko, Kline e de Kooning, fonda il Club of Eight Street. Nel 1951 si fa promotore di una mostra collettiva autogestita, “Ninth Street Show”, un’ampia rassegna dell’Espressionismo astratto tenutasi a New York. Nel 1953 organizza la seconda “Ninth Street Show” alla Stable Gallery esponendo i suoi primi collage. Nello stesso anno si trasferisce nell’East Hampton, a Long Island, dove diventa molto amico di Jackson Pollock.

Negli anni ’50 e ’60 ottiene un crescente riconoscimento: vince la Logan Medal dell’Art Institute of Chicago nel 1954; partecipa alla Biennale di Venezia nel 1955 e a Documenta II di Kassel nel 1959; espone con Robert Motherwell a Düsseldorf nel 1961 e l’anno seguente, a Darmstadt, partecipa all’importante mostra itinerante sull’Espressionismo astratto, “Abstrakte Americanische”. Nel 1967 il Whitney Museum of American Art, New York, gli dedica un’importante retrospettiva. Negli anni ’70 e ’80 trascorre periodi in Italia, New York e altre capitali europee vivendo, tra le altre cose, su di un battello in Francia e nelle isole Baleari. Nel 1997 si trasferisce a Parma e l’anno successivo tiene una mostra alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia. Muore a Parma il 29 agosto 2000. Nello stesso anno l’Istituto Mathildenhöhe di Darmstadt gli dedica una grande retrospettiva.

 

credits: Hangar Design Group