compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Costantino Nivola

Senza titolo

1985–86

Costantino Nivola nasce a Orani, Nuoro, il 5 luglio 1911. Trasferitosi a Sassari nel 1926, lavora come apprendista del pittore Mario Delitala e nel 1931, grazie ad una borsa di studio, si trasferisce a Monza, dove frequenta l'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche e segue gli insegnamenti di Marino Marini. In questo periodo partecipa alle prime mostre e si reca spesso a Parigi, dove conosce Emilio Lussu. Nel 1936 viene assunto alla Olivetti di Milano, dove in seguito diventa direttore artistico della sezione grafica. Nel 1937 realizza dei murales per i padiglione italiano all’Exposition Universelle di Parigi.

Nel 1938 sposa Ruth Guggenheim e per proteggerla dalle persecuzioni nazi-fasciste fugge con lei a Parigi e l’anno successivo a New York. Qui incontra numerosi artisti, ritrova l’amico Saul Steinberg e diventa direttore artistico delle riviste "Interiors" e "Progressive Architecture". Alla metà degli anni ’40 stringe amicizia con Le Corbusier e comincia a lavorare con la tecnica del "sand-casting": una colata di gesso o cemento sulla sabbia modellata. Del 1950 è la sua prima personale alla Tibor de Nagy Gallery di New York e la sua partecipazione alla Quadriennale di Roma. Nel 1954 inizia ad insegnare alla Harvard University di Cambridge continuando nel frattempo a scolpire e dipingere per committenti pubblici e privati. Nel 1958 viene allestita un’importante retrospettiva della sua opera alla Architectural League di New York e nello stesso anno l’artista lavora al completamento della facciata della chiesa dell’Itria ad Orani.

Numerose sono le mostre e i successi, soprattutto negli Stati Uniti, a cui si aggiungono riconoscimenti, come la nomina nel 1972 a membro della American Academy of Arts and Letters. In questi anni riprende anche ad insegnare alla Harvard University; nel 1978 insegna alla University of California di Berkeley e nel 1982 alla Reale Accademia di Belle Arti all’Aja. Nel 1988 partecipa alla mostra “Tre artisti italiani” alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia. Nivola muore il 6 maggio dello stesso anno a Long Island. Nel 1995 apre ad Orani il museo a lui dedicato.

 

credits: Hangar Design Group