compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

Kurt Schwitters

Disegno Merz 75

1920

Blu nel blu

1926–29

Maraak, Variazione I (Merzbild)

1930

Herman Edward Karl Julius Schwitters nasce ad Hannover il 20 giugno 1887. Dal 1908 al 1909 frequenta la Kunstgewerbeschule ad Hannover e dal 1909 al 1914 studia alla Kunstakademie Dresden. Dopo aver servito nell’esercito come disegnatore nel 1917, fa le sue prime esperienze cubiste ed espressioniste. Nel 1918 realizza i primi collage e nel 1919 conia la parola Merz che adotterà per tutte le sue attività creative, dalla poesia, al collage, alle strutture. Il 1918 segna inoltre l’inizio della sua amicizia con Jean Arp e Raoul Hausmann. I suoi primi Merzbilder risalgono al 1919, l’anno della sua prima mostra alla galleria Der Sturm di Berlino e della prima pubblicazione dei suoi scritti sul periodico “Der Sturm”. Nel 1920 espone alla Société Anonyme di New York.

Nel 1922 frequenta con Arp il “kongress der konstructivisten” a Weimar, dove incontra Theo van Doesburg; viene così in contatto con i principi del gruppo De Stijl rimanendone influenzato. Le sue manifestazioni Dada comprendono i Merz-matineen e i Merz-Abende, durante i quali presenta anche le sue poesie. Dal 1923 al 1932 pubblica la rivista “Merz”. Intorno al 1923 inizia a costruire il primo Merzbau, una struttura fantastica alla quale lavora per parecchi anni e che cresce fino a occupare gran parte del suo studio di Hannover. Durante questo periodo esegue anche lavori tipografici. Nel 1929 partecipa alla mostra “Abstrakte und surrealistische Malerei und Plastik” al Kunsthaus Zürich. Nel 1930 collabora alla rivista parigina “Cercle et Carré”; nel 1932 si unisce al gruppo Abstraction-Création e scrive per l’omonima rivista. Partecipa alle mostre “Cubism and Abstract Art” e “Fantastic Art, Dada, Surrealism” allestite al New York nel 1936 dal Museum of Modern Art.

Quando nel 1937 il regime nazista bandisce la sua opera come Entartete Kunst (arte degenerata), l’artista si rifugia in Norvegia, a Lysaker, dove realizza un secondo Merzbau. Dopo l’invasione tedesca della Norvegia nel 1940, fugge in Gran Bretagna dove è internato per oltre un anno. Ottenuto il rilascio risiede a Londra, ma nel 1945 si trasferisce a Little Langdale nel Lake District dove nel 1947, grazie a un sussidio del Museum of Modern Art di New York, inizia a lavorare a un terzo Merzbau. Il progetto rimane però incompiuto per il sopraggiungere della morte dell’artista, avvenuta a Kendal, Inghilterra, l’8 gennaio 1948.

 

credits: Hangar Design Group