compra il tuo bigliettoiscriviti alla newsletter digitale
 

René Magritte

La voce dell’aria

1931

L’impero della luce

1953–54

René François Ghislain Magritte nasce a Lessines in Belgio il 21 novembre 1898. Dal 1916 al 1918 studia saltuariamente all’Académie Royale des Beaux-Arts di Bruxelles. Espone per la prima volta nel 1920 al Centre d’Art di Bruxelles. Dopo il servizio militare del 1921 lavora temporaneamente come disegnatore in una fabbrica di carta da parati. Nel 1923 partecipa con El Lissitzky, László Moholy-Nagy, Lyonel Feininger e il belga Paul Joostens a una mostra al Cercle Royal Artistique ad Anversa. L’anno seguente collabora con E. L. T. Mesens alla rivista “Oesophage”.

Nel 1927 tiene una personale alla Galerie Le Centaure di Bruxelles e più tardi, nello stesso anno, lascia la capitale belga per stabilirsi a Le Perreux-sur-Marne, nei dintorni di Parigi, dove frequenta il gruppo surrealista che comprendeva Paul Eluard, André Breton, Jean Arp, Joan Miró e Salvador Dalí. Nel 1928 partecipa alla “Exposition Surréaliste” alla Galerie Goemans a Parigi. Ritorna in Belgio nel 1930 e tre anni dopo tiene una personale al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles. La sua prima personale negli Stati Uniti si svolge nel 1936 alla Julien Levy Gallery di New York, mentre la prima personale in Inghilterra si tiene nel 1938 alla London Gallery di Londra; è inoltre presente alla rassegna del 1936 “Fantastic Art, Dada, Surrealism” allestita al Museum of Modern Art di New York.

Per tutti gli anni ’40 espone assiduamente alla Galerie Dietrich di Bruxelles. Nei due decenni successivi riceve numerose commissioni per l’esecuzione di pitture murali in Belgio. Dal 1953 espone frequentemente alle gallerie di Alexander Iolas di New York, Parigi e Ginevra. Sue retrospettive sono allestite nel 1954 al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, e nel 1960 al Museum for Contemporary Arts di Dallas e al Museum of Fine Arts di Houston. Si reca per la prima volta negli Stati Uniti nel 1965 in occasione di una sua retrospettiva al Museum of Modern Art di New york. L’anno successivo visita Israele. Muore a Bruxelles il 15 agosto 1967, poco dopo l’inaugurazione di un’importante rassegna della sua opera al Museum Boymans-van Beuningen di Rotterdam.

 

credits: Hangar Design Group